CONCILIO DEGLI OTTO

 

crystal_mill

Per molto tempo, le terre dell’Ovest e alle pendici del Grande Fiume, sono state senza legge ed ostili, isolate e diffidenti verso gli esterni, ognuna gelosa ed orgogliosa delle proprie tradizioni e della propria cultura. Causa faide secolari e scarsità di risorse, scoppiavano lotte sanguinose e scambi di offese, ma la discesa degli Elvezi, dai monti del Nord, costrinse le tribù ad unire le forze contro quel nemico sanguinario.

otto

Terminata la guerra, rimasero solo otto tribù superstiti: Sabaudi, Alpini, Astati, Carbonari, Taurini, Masche, Bardi, e Anubiani.

Consapevoli che gli Elvezi avrebbero potuto tornare, nonchè consci che i popoli di confine si erano organizzati in regni e nazioni compatte, gli Anziani delle Otto tribù decisero di unirsi nel Concilio degli Otto, una eterogenea alleanza di tribù estremamente territoriali, superstiziose e diffidenti nei confronti di chiunque. Tutte diverse fra di loro, ma uguali di fronte al nemico.

13260110_1119671458054429_3779963278247846767_n